domenica 13 gennaio 2013

L'appetito vien curvando...

...e chi mi conosce lo sa che quello a me non manca di certo...

Quando mi sono fatto la mia prima piegatubi artigianale, in virtù anche di tutto il tempo che c'avevo speso, ero piuttosto sollevato di avere finalmente tra le mani uno stumento che - seppur non perfetto - mi avrebbe consentito in qualche modo di poter iniziare a costruire il telaio del mio chopper.



E in effetti a onor del vero devo dire che per quello scopo ha svolto egregiamente il suo dovere, visto che oramai il telaio - per quanto riguarda la parte di curvatura tubi almeno - è praticamente pronto, ed è stato piegato tutto con quella prima, improvvisata piegatubi.

Con la seconda piegatubi, la TB1, credevo oramai di poter considerare archiviato l'argomento curvatubi; finalmente uno strumento "ragionato", preciso e affidabile, con cui poter affrontare serenamente anche la piegatura di tubi di spessore molto sottile senza doverli riempire di sabbia o altre diavolerie del genere, però...



Però, per quanto un ottimo strumento, la TB1 arriva a piegare "solo" tubi fino a 41mm di diametro... e poi?
E se avessi bisogno di piegare un tubo da 42mm per farci il paravacche per un fuoristrada?
O un 45mm per farci il backbone di un chopper? O un 50mm per farci il rollbar di Floriano? (il mio Fiorino a metano, un giorno vi racconterò anche di lui...)

Insomma, oramai il tarlo mi era entrato nel cervello, e come sempre mi succede in questi casi, non ho pace finchè non mi metto a lavoro, e quindi le ultime forsennate settimane e le ultime insonni notti (e non sto scherzando purtroppo, c'ho i testimoni..) sono state spese interamente tra "studio matto e disperatissimo", progetti virtuali e prototipi reali per provare a tirar fuori "la piegatubi definitiva" - perlomeno tra quelle non a controllo numerico via - o che comunque entrano dentro un garage...

Questo comporta aver dovuto interrompere i lavori sulla moto, ma tanto quand'è così non sarei stato comunque in grado di compicciarci niente di buono, e invece se tutto va secondo i piani, spero di ritrovarmi presto tra le mani una curvatubi in grado di piegare a freddo tubi di ferro / acciaio / allumino e via dicendo senza doverli riempire o scaldare col cannello, con diametri variabili in un intervallo di valori compreso tra 20mm e 60mm, con raggi di curvatura diversi e con l'opzione di poterla trasformare da manuale ad idraulica per poterla azionare comodamente con una pompa pneumatica (o elettrica) a pedale quando sarò vecchio e stanco, e rincoglionito al punto tale da voler fare un telaio per una ruota posteriore da 300, con tutte le curve e controcurve che ne conseguono, (a meno di non voler fare un telaio largo  - e bello anche - come un Ape Cross...) ma si sa, quando poi uno l'attrezzatura ce l'ha la tentazione viene...




As always, stay tuned...


2 commenti:

  1. francescoabra@yahoo.com24 gennaio 2013 21:49

    come ti sembra questo progetto?
    http://www.chopperhandbook.com/oldschool1.htm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il bello di avere un motore Harley, online si trova tutto... ;)

      Elimina