martedì 31 gennaio 2012

Come costruire una piegatubi / curvatubi fai da te - Parte 4

NOTA: per tutti gli "ultimi sviluppi" su questa piegatubi visitate il post sulla Piegatubi / Curvatubi Manuale Costafabbri Custom Choppers TB1


 Ci siamo, è l'ora di mettere alla prova la piegatubi.
Qualche foto dell'attrezzo (finalmente) montato, due parole, e si comincia...



Dettagli del braccio di leva e di quello seghettato ad esso imperniato:





 Vista dall'alto dell'incavo nella staffa superiore del braccio fisso:




Braccio mobile aperto a 90° e dettaglio dello spessore messo sotto alla matrice di contrasto per portarla a livello di quella circolare (che essendo all'interno del braccio mobile altrimenti si troverebbe ad un'altezza superiore a quella della matrice di contrasto pari allo spessore della staffa del braccio mobile):



Dalla foto sotto si vede bene la funzione dell'incavo nel braccio fisso (in realtà non è così indispensabile, utilizzando un perno a testa ribassata per vincolare la matrice al braccio mobile come quello che si vede nella foto, basta mettere una rondella di uguale spessore tra il braccio mobile e quello fisso ed è fatta, il perno scorre senza problemi sotto al braccio fisso quando il braccio mobile viene accostato ad esso); ma soprattutto si capisce la funzione degli incavi nel braccio mobile, quelli sì indispensabili per alloggiare il perno della matrice di contrasto:




Primo test: curvatura tubolare tondo 25x6mm

La piegatubi con il tubo in posizione vincolato alla matrice circolare dal trascinatore:


Dopo un po' lotta greco romana con la leva, sono arrivato ad una curva che si avvicinava agli 85°, tacca numero 12 per la precisione! :D 


Se non ricordo male vi ho già detto che il panchetto blu che si vede nelle foto di solito assolve a tutt'altre funzione, ovvero quella di sorreggere la troncatrice, ed è tutt'altro che vincolato al suolo, per cui per piegare i tubi (e 6mm di parete non sono proprio pochi pochi..) ho sviluppato tutta una serie di "tecniche di combattimento" particolari, che prevedono che mi puntelli con un piede contro una delle gamba dal lato del braccio di leva, all'altezza di una delle traversine gialle, e poi inizio a tirare col braccio e spingere con la zampa... Insomma per farvela breve avrei voluto provare a raggiungere i 90°, ma oltre il tubo era diventato veramente duro, e per un semplice discorso di leve non riuscivo ad "incastrarmi" in un posto bono per poter fare forza bene all'estremità del braccio di leva, per cui mi sono dovuto fermare al dente # 12..

Tolto il tubo dalla curvatubi,questo è il risultato finale:


Come potete vedere il tubo è più "aperto" rispetto a quello che si vedeva nella foto precedente; questo è dovuto all'effetto elastico del metallo, ed è un fattore da tenere in debita considerazione qualora si debba ottenere un ben preciso angolo di piegatura (questo significa semplicemente che se abbiamo bisogno di piegare un tubo a 25°, dovremmo piegarlo qualcosa in più prima di toglierlo dalla piegatubi, in modo che quando lo estrarremo, esso si troverà piegato del giusto angolo..)

Quanto in più? Bella domanda...

Si dice addirittura che ci sia una discreta variabilità tra un lotto produttivo ed un altro, quindi sarebbe sempre bene fare una piegatura di test sullo specifico batch di tubi che ci apprestiamo ad utilizzare, prendere un paio di misure col goniometro, e quindi regolarsi di conseguenza con la calibrazione della piegatubi.

La misura molto spannometrica con il goniometro di una livella a bolla mi dice che la curva si assesta intorno ai 67,5°:



Come si vede dalle foto sottostanti la curva è buona e non presenta difetti:


 
Prima di passare al secondo test però, vorrei soffermare la vostra attenzione sulla foto sottostante, che è una vista della stessa posizione "tacca 12" di quella sopra, solo vista dall'alto:



Vedete come il tubo tenda a "scappare" dalla matrice circolare? Ecco, questo non dovrebbe succedere...
Per ora tenetelo a mente, poi ci torneremo sopra...


Secondo test: curvatura tubolare tondo 30x4mm

Facciamo un rapido (vabbè, si fa per dire..) cambio di matrici, e siamo pronti a piegare anche il tubo da 30mm:





Ah prima che me ne dimentichi, quella roba bianchiccia che vedete nelle foto è grasso, e serve a facilitare lo scivolamento del tubo lungo la matrice e a ridurre gli attriti, oltre che a proteggere le matrici dalla ruggine quando non in uso. Va bene anche dell'olio (farò un po' di prove per vedere con cosa mi trovo meglio) l'importante è mettere qualcosa per evitare che il tubo o la matrice si rovinino, e per proteggere le matrici dall'ossidazione prima di riporle.
Altrimenti potete fare come i pro, e realizzare le barre di contrasto in acciaio speciale per cuscinetti o  rivestirle di teflon o chissà quale altra diavoleria costosa...
Se poi davvero riuscite a trovare 'sta roba e a lavorarla mandatemi una mail e ditemi chi siete e dove abitate che la cosa si fa interessante.. :D

Col tubo da 30x4mm la differenza di parete si sente tutta, si piega più facilmente e dopo un paio di round sono alla fatidica "tacca numero 12":


Decido di continuare per provare ad arrivare ai fatidici 90° e mi spingo oltre le colonne d'Ercole della tacca numero 13, il punto di non ritorno...:




Come si può vedere dalla foto il tubo è chiaramente fuoriuscito dalla matrice,  e non va bene...

Questo il risultato, una volta tolto il tubo dalla curvatubi:



Il goniometro segna  circa 82,5°:


Fatti i due test, è il momento delle doverose...


Conclusioni

Cosa va bene

La piegatubi ha curvato tranquillamente senza fare una grinza un tubo da 25x6mm, decisamente spesso, per cui direi che il dimensionamento dei materiali va benone, anche nell'uso il tutto sembra bello solido e robusto.

Va bene anche il progetto nella sua logica generale, il braccio a dente di sega nella seconda versione è molto più comodo da usare rispetto all'altro.

Se decidete di provare a farvene uno la cosa che dovete tenere a mente nel braccio seghettato è che i denti non hanno bisogno di essere molto larghi (a patto ovviamente di usare uno spessore adeguato, 10mm a me sono bastati..) e che lo spazio tra uno e l'altro può essere anche più ampio rispetto al diametro del distanziale su cui essi andranno ad agire.
Fatelo sufficientemente lungo e metteteci un bel po' di denti e non dovreste avere problemi...


Cosa non va bene

Fin da piccolo mi hanno sempre detto che i 90° sono una brutta posizione in cui aggirarsi ed in effetti così è stato...

Sono piuttosto confidente che con il tubo da 25mm, col panchetto fissati a terra, sarei riuscito a raggiungerli senza deformazioni, in virtù del maggior spessore di parete e della maggior precisione della matrice circolare da 25mm riuspetto a quella 30mm.
Quella da 30mm infatti è stata la seconda che ho fatto, e nella fretta di finire stanco  di misurare ogni pochino e di "rullà" con l'attrezzino per le torniture coniche/convesse) l'ho fatta leggermente più grande del dovuto.
Bene volete sapere una cosa che ho appena scoperto, dopo qualche ora di ricerca su internet?
Le matrici vanno fatte leggeremente SOTTODIMENSIONATE! Il tubo ci si deve incastrare incontrando una certa resistenza; addirittura ho scoperto che alcune (sinceramente non se se tutte..) presentano una gola che non è perfettamente circolare, ma ellittica, proprio per contrastare il fenomeno di deformazione del tubo.
Quindi se decidete di farvele da soli prendetevi il vostro tempo, fatele sottodimensionate, provate a piegarci qualcosa e al limite allargatele. Insomma, non correte!

Altro consiglio: se decidete di farvi un panchetto per fissare la piegatubi al pavimento (molto più comodo), se pensate di farlo a singolo montante, prendetene uno bello grosso, che non si "avviti" lui su se stesso mentre provate a piegare qualcosa.
Chiaramente  dipende sempre da quello che ci andrete a piegare, ma le coppie che si generano a volte sono decisamente "interessanti"... poi non dite che non vi avevo avvisato!

In conclusione come spesso mi succede, nonostante tutte le nottate spese a fare ricerche, fino a che non ci metto le mani dal vivo, c'è sempre qualche dettaglio che mi sfugge e spesso le cose mi tocca anche rifarle.. :(

Quindi dovrò rifare la matrice da 30mm in questo caso?

Nemmeno per idea, quante volte avete visto una curva di 90° nel telaio di un chopper?!?!?
Ovviamente tutto dipende da come lo disegnerò, ma al massimo credo di aver bisogno di curve da 40-45°, e quelle riesco a farlalla grande anche con la mia matrice sub-ottimale.. ;P






NOTA: per tutti gli "ultimi sviluppi" su questa piegatubi visitate il post sulla Piegatubi / Curvatubi Manuale Costafabbri Custom Choppers TB1



27 commenti:

  1. complimenti per la riuscita della piegatubi! a quando i primi disegni del telaio?

    RispondiElimina
  2. Presto Milo, molto presto.. ;)
    Devo ancora risolvere un paio di problemucci ingegneristici, ma il quadro si sta lentamente delineando..

    RispondiElimina
  3. CIAO NERO..
    Come costruire una piegatubi / curvatubi fai da te:
    QUANTO VORRESTI PER REALIZZARMI QUESTO MACCHINARIO?
    rispondimi a: furfox@libero.it
    grazie

    RispondiElimina
  4. Ciao Nero,naturalmente si tratta di una curvatubi a raggio fisso io proprio oggi ne ho realizzata una sempre a raggio fisso con matrici intercanbiali ed il funzionamento con cilindro idraulico ,curva fino a 90 gradi serve per una piccola produzione.Con piccoli accorgimente che realizzerò in questi giorni sfruttando lo stesso telaio la trasformerò in raggio variabile,tengo a precisare che dispongo solo di un tornio manuale,serve per piccole produzioni,sono a disposizione per consigli.

    RispondiElimina
  5. amazzei@tiscali.it avevo omesso la mia email

    RispondiElimina
  6. anche se in ritardo, per risolvere il problema della "frappatura" di norma risolvo con un riempimento del tubo con acqua e detersivo, poi 8 ore in freezer e vai di piega

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è un'alternativa alla sabbia per riempire il tubo, con il vantaggio che la dilatazione dell'acqua con il congelamento assicura il riempimento perfetto di tutto il tubo; presenta tuttavia l'inconveniente che se non si sta attenti si può innescare un processo di arruginimento del tubo dall'interno, e che a meno di avere a disposizione una cella frigorifera, può essere usato solo per spezzoni di tubo corti.
      Un'altra alternativa è quella di riempire il tubo di piombo fuso e poi rimuoverlo fondendo nuovamente il piombo (che fonde a temperatura molto più bassa dell'acciaio) ma restano comunque tutti sistemi lunghi e dispendiosi in termini di tempo...

      Elimina
  7. Ciao, per risolvere il problema della curvatura devi imbullonare il tubo al cavallotto trascinatore, è fondamentale. Non è necessario animare il tubo se la matrice è ben fatta, a meno che non sia di spessore esiguo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema in questo caso era della matrice; con la piegatubi nuova e soprattutto le matrici nuove tornite a controllo numerico non ho più avuto noie, ho piegato anche tubi 25x0.9mm senza animarli e spesso anche senza prendermi la briga di bloccarli contro il trascinatore, anche se possibile.. ;P
      PS: bello il buggy, che motore userai per muoverlo?
      Saludos
      n

      Elimina
  8. Ho un motore del GSX-R 750 del '97, circa 120 cv, non dovrebbe essere male... :) Pensa che io per piegare i tubi 25NB ho usato un rottame cinese da idraulico, non ti dico le matrici...
    Saluti

    RispondiElimina
  9. ciao sono interessato ad acquistare la piegatubi costafabbri chiamami al 3396877493 carlo. contattami al piu presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carlo,
      controlla la posta.. ;)

      Elimina
  10. Ciao Nero potresti dirmi cosa mi costa la piegatubi? mi chiamo Leo di Milano e puoi rispondermi a llongo3@alice.it

    RispondiElimina
  11. Ciao, sarei interessato al prezzo di questa piega tubi se ti va di rispondermi, questa e la mia email.
    acamm64@hotmail.com Grazie anticipatamente

    RispondiElimina
  12. salve io ne ho fatta 1 di piegatubi la uso per tubo inox costruisco tettucci per barche piego tubo 22 25 x 1,5 ,2 pieghe 90 perfette unico accessorio importante è anima interna molto interessante è la tua meccanica messe insieme le nostre 2 verrebbe fuori un ottimo attrezzo economico se interessano informazioni puoi contattarmi giuseppelia@virgilio.it ciao

    RispondiElimina
  13. salve sarei interessato alla tua curva tubi potrei sapere se e a quanto la venderesti ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mandami una mail all'indirizzo costafabbricustomchoppers@gmail.com.
      Saludos,
      nero

      Elimina
  14. Interessato... potresti contattarmi a tedaldimirko@libero.it grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mandato mail con diversi allegati, in caso non ti fosse arrivata fammelo sapere che la spezzo in due...

      Elimina
  15. ciao la tua piegatubi mi piace moltissimo come posso fare per contattarti?? Posso averne una??? quanto costa??? Grazie mia mail graziano8761@gmail.com

    RispondiElimina
  16. Salve potrebbe dirmi qualcuno quanto costa la piega tubi? Grazie mia mail:llfocus@libero.it

    RispondiElimina
  17. ho mandato una mail esesrefly@hotmail.com per sapere prezzo ecc...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ops sbagliato esserefly@hotmail.com

      Elimina
  18. Ciao complimenti perla realizzazione della piegatubi
    Sarei interessato all'acquisto della macchina o anche solo delle matrici. In effetti mi piacerebbe costruirmene una con l'ausilio di una "taglio plasma"una saldatrice e una fresa. Ma il problema principale mi pare propio quello delle matrici.
    Potresti farmi sapere i prezzi?
    stefano.bianchi36@.tin.it

    RispondiElimina