domenica 21 ottobre 2012

Come costruire il telaio di un chopper / bobber / moto custom / special - Parte 4

I più accorti tra coloro che hanno letto il post di un paio di settimane fa si saranno accorti - oltre al fatto che avrei bisogno di un paio di guanti nuovi.. - di come i tubi nelle ultime due foto abbiano qualcosa di "diverso" rispetto agli stessi tubi delle foto precedenti... infatti sono stati puliti!

Se siete stati attenti avrete già intuito come questo presumibilmente abbia qualcosa a che vedere col terzo de "I 10 comandamenti su come saldare il telaio di un chopper / bobber / moto special", e infatti stiamo quasi per portare a termine le prime saldature sul telaio della nostra moto; non prima però di aver onorato anche il secondo dei 10 comandamenti, che ci dice che dobbiamo praticare il cianfrino sui lembi da saldare per essere sicuri di avere un'ottima penetrazione, come si vede in questa foto ravvicinata dei due giunti ormai pronti


Una volta assicurati saldamente in posizione alla dima tutti i pezzi da saldare è l'ora del quarto de "I 10 comandamenti su come saldare il telaio di un chopper / bobber / moto special", mettersi comodi e saldare...


Dopo che l'assieme si è raffreddato è l'ora di tornare al nostro disegno in scala reale e verificare che tutto si trovi ancora esattamente dove dovrebbe essere


La metà superiore del telaio è praticamente terminata, manca solamente da saldare il traversino che sosterrà il parafango nella parte superiore della forca dello "wishbone"; operazione che però mi sono riservato di fare solamente una volta che motore e ruota posteriore avranno trovato la propria (giusta) collocazione all'interno del telaio.


sabato 13 ottobre 2012

Tanti Auguri..

Esattamente 1 anno fa vedeva per la prima volta la luce il blog; da quel primo post introduttivo ne sono passati di trucioli sotto il tornio, sono cambiate tante cose, è cambiato il mondo - il mio mondo - e di conseguenza sono cambiato anch'io.

Non è cambiato invece l'affetto e la passione di tutti voi che mi seguite e che mi dimostrate con le varie mail e commenti che ricevo; per quanto è nelle mie possibilità cerco sempre di dare una mano a tutti, e credo che il "successo" (vabbè dai...) che ha riscosso il blog - almeno stando a quello che dicono i numeri - sia dipeso in larga misura anche da questo.
Oggi quindi me la prendo comoda, riprendo fiato e festeggio il primo compleanno dall'apparizione ufficiale sul web della Costafabbri Custom Choppers...

video

Ci vediamo presto con qualcosa di più "costruttivo" - nel vero senso della parola...

domenica 7 ottobre 2012

Come costruire il telaio di un chopper / bobber / moto custom / special - Parte 3

Attenendoci scrupolosamente a quanto recita il primo de "I 10 comandamenti su come saldare il telaio di un chopper / bobber / moto special" dobbiamo ora ricercare l'accoppiamento perfetto tra i due tubi che costituiranno la parte superiore del forcellone posteriore, - piegati nel post precedente della serie - e il tubo centrale del telaio, per poi poterli saldare.

Si comincia sgrossando i due tubi alla sega, tagliandoli di un angolo opportuno



Nella foto sottostante di uno dei due monconi di tubo appena tagliati si può apprezzare appieno l'interno di un tubo trafilato e i segni di lavorazione distintivi di questo processo, ben diversi da quelli di un tubo elettrosaldato.


Avere una dima modulare come quella vista in questo ormai storico post, è comodo per la facilità con cui è possibile aggiungerci nuovi moduli a seconda delle varie esigenze costruttive che si presentano di volta in volta; sotto vediamo la slitta centrale - opportunamente regolata al giusto interasse del telaio - utilizzata insieme ad un modulo di centratura per il tubo centrale costruito sul momento e che non ho nemmeno verniciato (e che non credo che vernicerò..)


Controllato anche col responso della dima la correttezza delle dimensioni, inizia ora la parte di sagomatura dei tubi vera e propria, che può essere - con qualche accortezza - nuovamente fatta alla fresatrice con fresa raggiata a candela di opportune dimensioni, oppure "the hard way", a mano..


Io i tubi per questa giunzione me li sono sagomati a mano con gli attrezzi che vedete qui sopra, marcando grossomodo la parte di metallo da rimuovere e dandogli una prima sgrossata


procedendo lentamente per gradi e controllando di frequente con la dima a che punto ero arrivato


Alla fine della (lunga!) operazione di profilatura, il tubo si presentava così



adattandosi alla perfezione al tubo centrale del telaio


..così come il suo fratello dalla parte opposta